Eccellenze Italiane, Tradizione Gastronomica

Sapore del Mare: La Zuppa di Cozze Napoletana

Nel cuore pulsante della cucina partenopea si cela un tesoro marino, un piatto che racconta appieno la storia di Napoli: la zuppa di cozze, in questo articolo esploreremo non solo le origini e l'evoluzione storica concentrandoci sul perchè sia tradizione gustare questo piatto durante la celebrazione del Giovedì Santo, ma anche i segreti della sua preparazione secondo la tradizione, ed i migliori abbinamenti per esaltarne i sapori.

Noi, in occasione del Giovedì Santo il 28 Marzo abbiamo organizzato un evento dedicato a questa celebrazione a base di zuppa di cozze, TI ASPETTIAMO!

Storia della zuppa di cozze e perchè si prepara il Giovedì Santo

Si narra che la consuetudine della zuppa di cozze al Giovedì Santo abbia avuto origine sotto il regno di Ferdinando I di Borbone.

Appassionato del mare e dei suoi frutti, il re ordinava spesso che quanto pescato a Posillipo fosse cucinato per lui e la sua corte, in una serata, desiderò gustare un piatto di cozze prelibate, che venne preparato come "Cozzeche dint'a Cannola", ricco e saporito.

Tuttavia, un giorno, il frate domenicano Gregorio Maria Rocco rimproverò il re per le sue abitudini culinarie lussuriose, spingendolo a fare una promessa: durante la Settimana Santa, avrebbe dovuto moderare i suoi piaceri ghiottoni. Pertanto, Ferdinando I ordinò la creazione di una zuppa di cozze più semplice e leggera, composta solo da cozze, olio di peperoncino e salsa di pomodoro. Questa modesta ricetta quaresimale presto si diffuse al di là della corte reale. Il popolo, sostituendo le costose cozze pregiate con quelle più economiche e talvolta con le lumache di mare, trasformò il piatto in un pasto umile: la zuppa di cozze, servita con frequenza durante il Giovedì Santo. Oggi, a Napoli, la zuppa di cozze è presente tutto l’anno, con infinite varianti che rispettano o reinterpretano la tradizione.

Tuttavia, per preparare la tradizionale zuppa di cozze del Giovedì Santo, basta utilizzare cozze, pomodori pelati, aglio, olio d’oliva e peperoncino, accompagnati da pane biscottato o friselle.

Preparazione della zuppa di cozze

La procedura di preparazione è semplice: pulire accuratamente le cozze, poi, in una pentola capiente, creiamo un soffritto fragrante con aglio e olio d'oliva, aggiungendo un tocco di peperoncino per un po' di vivacità.

Una volta aggiunte le cozze, lasciamole cuocere fino a quando si schiudono, liberando il loro sapore di mare, aggiungiamo quindi i pomodori freschi, lasciandoli amalgamare con i frutti di mare, infine, un tocco di prezzemolo fresco per esaltarne i profumi.

Serviamo la zuppa fumante, accompagnata da fette di pane raffermo o friselle, e godiamoci questo meraviglioso piatto, il vero segreto per una buona zuppa di cozze è l'esaltazione di prodotti nella loro semplicità.

Abbinamenti enologici con la zuppa di cozze

Tutto molto buono... ma cosa abbinare alla zuppa per esaltare al meglio i suoi sapori?

Se preferite rimanere fedeli alle radici campane, la Falanghina e il Greco di Tufo sono scelte eccellenti. La Falanghina, con la sua freschezza e note fruttate, si integra splendidamente con i sapori del mare, mentre il Greco di Tufo, con il suo profilo aromatico e minerale, offre un'alternativa intrigante. Per un tocco di sapore toscano, la Vernaccia di San Gimignano si sposa bene con la zuppa di cozze grazie alla sua struttura e freschezza. Se invece preferite un rosato, optate per un rosato fresco e fruttato che completerà perfettamente la ricchezza del piatto. Salute!

Vieni a Trovarci

Vieni a scoprire tutte le nostre specialità e prenota il tuo tavolo per gustare la vera pizza napoletana e le altre delizie della nostra cucina italiana. Clicca qui per consultare il nostro menu o prenotare un tavolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *